HA ANCORA SENSO AL GIORNO D’OGGI AVER PAURA DEL DENTISTA? - Dental Q
15438
post-template-default,single,single-post,postid-15438,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

HA ANCORA SENSO AL GIORNO D’OGGI AVER PAURA DEL DENTISTA?

HA ANCORA SENSO AL GIORNO D’OGGI AVER PAURA DEL DENTISTA?

Il solo pensiero di farti controllare i denti dal dentista ti crea una terribile ansia?
Preferisci sopportare il mal di denti piuttosto che mettere piede in uno studio dentistico?

Tranquillo, non sei l’unico.

Moltissime persone soffrono della cosiddetta “odontofobia”, la paura del dentista e per questo motivo preferiscono evitare qualsiasi tipo di trattamento.
Per questo tipo di pazienti, la sedazione cosciente aiuta a far sparire qualsiasi tipo di timore.

Cos’è la sedazione cosciente in odontoiatria?
La sedazione aiuta i pazienti a rilassarsi durante le cure odontoiatriche e il professionista ad operare in completa sicurezza.
Solitamente le persone sono sveglie durante la sedazione, anche se capita di addormentarsi a causa dello stato di relax e tranquillità indotto dalla procedura.
Può essere usata a partire dalla semplice igiene orale professionale, fino ad arrivare ai trattamenti più complessi.

Quali sono i metodi più innovativi per la sedazione cosciente in odontoiatria?

Sedazione cosciente inalatoria.
È indicata in particolare a tutti i pazienti in età pediatrica, soprattutto ai bambini molto piccoli, ma anche a tutte le persone che affrontano con ansia la seduta dal dentista.  È utile anche a chi ha problemi a stare troppo tempo con la bocca aperta, a chi soffre di problemi di accentuato riflesso del vomito e a chi teme gli aghi. Si respira protossido d’azoto, comunemente conosciuto come “gas esilarante”, combinato all’ossigeno tramite una maschera appoggiata sul naso durante tutta la durata del trattamento. Le moderne apparecchiature per la sedazione inalatoria lavorano nella totale sicurezza e permettono un dosaggio personalizzato del gas. L’effetto svanisce dopo un paio di minuti. Questo è l’unico tipo di sedazione che consente di tornare a casa con l’auto dopo la seduta sedativa.

Sedazione cosciente endovenosa.
Consente di effettuare le cure odontoiatriche (piccole o grandi che siano) nella massima tranquillità, sia per il medico operante che per la persona stessa grazie al monitoraggio strumentale continuo. Permette anche di avere dei grandi benefici nelle ore e nel giorno successivo, grazie all’effetto persistente dell’anestetico particolare che si usa in questa procedura. È quindi un trattamento ansiolitico ed antidolorifico che assicura un alto livello di gradimentonel paziente odontoiatrico.
Indipendentemente dal tipo di sedazione praticata, tutti gli interventi necessitano comunque di un anestetico locale.
Al giorno d’oggi non ha davvero senso trascurare la salute della propria bocca visti i notevoli miglioramenti nelle tecniche per l’analgesia e per il controllo dell’ansia.
L’importante è che il paziente si informi sempre nella maniera più completa possibile e si rivolga presso strutture e professionisti qualificati e certificati.

Link per approfondire:
AISOD – Associazione Italiana Sedazionisti Odontoiatri
Accutron – Azienda americana leader da 45 anni nei sistemi di sedazione con Protossido d’azoto (in inglese)

WhatsApp chat