Tra le cause della polmonite anche la scarsa igiene orale | Dental Q
16602
post-template-default,single,single-post,postid-16602,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Tra le cause della polmonite anche la scarsa igiene orale

Le cause della polmonite

Tra le cause della polmonite anche la scarsa igiene orale

Fra le conseguenze di una scarsa pulizia del cavo orale non ci sono solo carie e alitosi, ma anche serie infezioni alle vie respiratorie. Questo è quanto sostiene un recente studio secondo cui tra le cause della polmonite ci sarebbe anche una scarsa igiene orale.
Ma vediamo di approfondire meglio insieme l’argomento!

Le evidenze del caso

Ormai tutti sappiamo che il cavo orale gioca un ruolo chiave nella salute e nel benessere dell’intero organismo e i batteri che lo popolano devono essere tenuti sotto controllo e limitati.
Secondo alcune ricerche, non lavarsi i denti può far male ai polmoni. A lanciare l’allarme è uno studio realizzato dalla Virginia Commonwealth University secondo cui gli individui che non hanno mai effettuato una visita dal dentista hanno l’86% di rischio in più di contrarre una polmonite batterica, rispetto alle persone che si recano dal dentista una o due volte l’anno.
Anche Joshi Samit della Yale University School of Medicine ha osservato come lo sviluppo della polmonite sia preceduto da cambiamenti significativi della composizione batterica a livello orale, concludendo che tale fenomeno “suggerisce un loro ruolo nel rischio di sviluppare polmonite”.
Infine, da un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università di Kyushu, è emerso che una scarsa igiene orale aumenta, negli anziani, il rischio di polmonite e malattie respiratorie.

La scarsa igiene orale tra le cause della polmonite

La scarsa igiene orale tra le cause della polmonite

La causa principale sarebbe da ricondurre alla composizione batterica della saliva che, negli anziani, può finire nel tratto respiratorio per via dei disturbi legati alla deglutizione. La saliva, infatti, è costituita in percentuale dominante dal microbiota che si forma sulla lingua, cioè da tutto quell’insieme di microrganismi che vivono “ospiti” del corpo stesso.
Secondo quanto emerso, sono le persone anziane con meno denti, con una scarsa igiene dentale e un maggior numero di carie ad ingerire una maggiore quantità di microbi dannosi per la salute respiratoria.

Concludendo…

Durante i mesi invernali siamo tutti soggetti a raffreddori, tosse e virus di stagione a causa del calo della temperatura. Quello che dobbiamo ricordare è che, in questo periodo dell’anno, mantenere una buona salute del cavo orale può davvero aiutare a evitare malattie e infezioni delle vie respiratorie.
È importante quindi non trascurare le cure preventive, lavarsi i denti per due minuti dopo ogni pasto, con un dentifricio al fluoro, utilizzando il filo interdentale quotidianamente e all’occorrenza lo scovolino.
Da non dimenticare inoltre di sottoporsi a una seduta di igiene orale almeno due volte all’anno. Seguendo questi semplici e utili consigli è possibile mantenere una buona salute del proprio cavo orale e ridurre così il rischio di contrarre la polmonite.

Hai ancora dei dubbi o desideri maggiori informazioni? Non esitare a contattarci: il nostro team di esperti sarà felice di aiutarti in qualunque momento.

WhatsApp chat